Gli Spaccatombe

Spaccatombe!

Con questo nome siete riconosciuti nell’ Amn.

Tutto ebbe inizio due anni fa, nel 1363 – l’ Anno della Viverna.

La mano invisibile del destino ha fatto in modo che proprio il decimo giorno di Solealto vi ritrovaste tutti e cinque all’interno della Taverna Yello di Crimmor.

In quel giorno in città non si parlava d’altro di come la notte precedente dei bagliori fossero apparsi nel cimitero poco fuori le mura e due apprendisti della guardia cittadina, inviati a controllare di cosa si trattasse non avevano fatto ritorno.

Verso ora di cena un uomo in età avanzata, ben vestito fece ingresso nella taverna, seguito da due guardie in armatura pesante e un grande baule.
Uno dei due giovani apprendisti era suo figlio e si offriva di pagare chiunque la notte stessa fosse andato a cercarlo nel cimitero.

Considerata la vostra contemporanea assenza di fama e presenza di fame vi siete alzati all’unisono dalle vostre sedie senza aspettare un solo secondo e vi siete precipitati da lui.
In cambio di 2 monete d’oro a testa subito, e altre al ritorno avete deciso pur senza conoscervi di andare alla ricerca del giovane.

r169_457x256_11817_Haunted_Fengraf_2d_illustration_forest_fantasy_cemetery_picture_image_digital_art.jpg

Arrivati al cimitero ci avete messo ben poco a capire che qualcosa di strano stava accadendo. Le luminescenze erano delle forme anomale di Fuochi Fatui, più piccoli e di un colore verdastro; distrutti con qualche fatica vi siete addentrati quindi all’interno della cripta dalla quale erano apparentemente fuoriusciti.

Una volta dentro vi siete accorti che delle lamentele provenivano da un sottoscala. La stanza era buia e impolverata, probabilmente una specie di magazzino dove erano conservati gli oggetti per la manutenzione della cripta eppure uno degli scaffali era perfettamente pulito, come appena trasportato.

In pochi secondi avete capito si trattasse di una porta nascosta che vi ha introdotto in quello che assomiglia ad un laboratorio. Al suo interno avete trovato uno strano figuro malconcio addormentato sul pavimento, e appese al soffitto con delle catene quattro bare di cui una stranamente dondolante.
Mentre due di voi hanno iniziato a tirare giù la bara gli altri hanno prontamente imbavagliato e legato lo strano personaggio. In effetti due delle quattro bare erano piene, una con il cadavere di un apprendista, e l’altra con l’altro ragazzo ridotto in fin di vita; fortunatamente quello che stavate cercando.

Con un filo di voce il ragazzo vi ha ringraziato e vi ha spiegato che quell’uomo stava conducendo esperimenti di non morte!

Perquisendo l’uomo avete trovato una mappa dettagliata del cimitero con segnate diverse lapidi. Ormai tutti i pezzi stavano combaciando. Usciti dalla cripta avete aperto ogni singola tomba segnata sulla mappa, tutte, rigorosamente… vuote!

Il tipo in effetti non è che fosse un gran che come negromante, aveva solo stabilito dove collocare i suoi futuri servitori. Ancora oggi si trova in prigione.

Tornati in città con il ragazzo siete stati accolti con gran gioia e altre 5 monete d’oro a testa dal padre del giovane, peccato che per i danni che avete provocato al cimitero vi siano state sequestrate dal consiglio cittadino al motto di: “il fine giustifica i mezzi, non i danni!”.

Quell’avventura sfortunata è stata l’occasione con cui vi siete conosciuti e meritati il nome di Spaccatombe, eppure ad una cosa è servita, oggi siete una compagnia di ventura affiatata e alla ricerca del primo vero incarico da professionisti…

Gli Spaccatombe

Till Death Do Us Part midnat_it